L’IMPOSTA PROVINCIALE DI SOGGIORNO: LE NOVITÀ PER IL 2021
Con il primo gennaio 2021 l’imposta non è più determinata in base all’ambito turistico ma in base a criteri di gradualità (livello di classificazione) in relazione alla tipologia di struttura ricettiva ed al livello di classificazione.
 17/12/2020   Tipologia news: Fisco & Dichiarazioni varie   Fonte: Nostre elaborazioni
Visualizza anteprima di stampa Torna indietro



Cari associati

Vi segnaliamo che con decorrenza 1° gennaio 2021 l’imposta provinciale di soggiorno sarà disciplinata dall'art. 15 della nuova Legge sulla promozione turistica provinciale 2020 (L.P. 12 agosto 2020 n. 8) e dal relativo regolamento di esecuzione recentemente approvato con DPP 3 dicembre 2020 n. 15-28/leg.

Di seguito vi evidenziamo le modifiche più rilevanti.

Con il primo gennaio 2021 l’imposta non è più determinata in base all’ambito turistico ma in base a criteri di gradualità (livello di classificazione) in relazione alla tipologia di struttura ricettiva ed al livello di classificazione. Gli importi dell’imposta sono sempre determinati in base ai pernottamenti e la relativa entità è stata rideterminata sulla base della tabella che potete consultare qui sotto.

 

Struttura ricettiva

Classificazione

(stelle)

dal 01/01/2021

al 30/11/2021

(in via transitoria)

dal 01/12/2021

 

(a regime)

alberghi; alberghi garnì;

residenze turistico alberghiere RTA; villaggi alberghieri

5 *

€ 2,30

€ 3,00

4S* - 4*

€ 1,80

€ 2,50

3S* - 3*

€ 1,50

€ 2,00

2*- 1* o n.c.

€ 1,00

€ 1,50

esercizi di affittacamere;

esercizi rurali;

bed & breakfast;

case e appartamenti per vacanze; ostelli per la gioventù; case per ferie; alberghi diffusi

 

€ 1,00

€ 1,50

alloggi ad uso turistico

 

€ 1,00

€ 1,00

campeggio; campeggio-villaggio; campeggi parco vacanze

 

€ 1,00

€ 1,50

agriturismi

 

€ 1,00

€ 1,50

rifugi escursionistici

 

€ 1,00

€ 1,50

 

Ulteriore novità rilevante riguarda gli alloggi turistici.

Con il primo gennaio 2021, infatti gli alloggi turistici non saranno più tenuti al versamento di un’imposta provinciale stabilita in misura forfetaria ma saranno allineati alle altre attività ricettive (vedi tabella sopra riportata al rispettivo rigo) versando un importo di 1 € per ogni pernottamento.

I gestori degli alloggi ad uso turistico devono presentare la comunicazione entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento per i soggiorni il cui incasso dell’imposta rientra nel periodo 1 gennaio –31 dicembre. 

 

La nuova norma prevede inoltre che i gestori delle strutture ricettive e degli alloggi per uso turistico informino i propri ospiti dell'applicazione e della misura dell'imposta provinciale di soggiorno, dei termini e delle modalità di versamento, delle esenzioni e delle sanzioni. Le informazioni sono rese note agli ospiti anche mediante la loro pubblicazione su sito internet e la loro esposizione, in luogo visibile, all'interno della struttura ricettiva o dell'alloggio per uso turistico

 

Ricordiamo infine che i gestori delle strutture ricettive e degli alloggi ad uso turistico sono responsabili:

  • del pagamento dell’imposta con diritto di rivalsa sui soggetti passivi;
  • della presentazione della dichiarazione;
  • del versamento dell’imposta.

 

Attenzione: per l'omesso, ritardato o parziale versamento dell'imposta di soggiorno sono previste delle sanzioni amministrative

 

Gestionali: se gestite l'imposta di soggiorno con un gestionale presenzee vi suggeriamo di avvisare i fornitori dei relativi programmi affinchè aggiornino i loro software.


 

NOTA INFORMATIVA DI DETTAGLIO

Per informazioni di dettaglio su chi deve pagare l’imposta di soggiorno, esenzioni dal pagamento dell’imposta, comunicazione dei pernottamenti, versamento dell’imposta e altri dettagli, qui sotto potete scaricare il documento informativo completo.

NOTA INFORMATIVA DI DETTAGLIO
*
file pdf Novità imposta di soggiorno 2021 nuovo
Con il primo gennaio 2021 l’imposta non è più determinata in base all’ambito turistico ma in base a criteri di gradualità (livello di classificazione) in relazione alla tipologia di struttura ricettiva ed al livello di classificazione. Gli importi dell’imposta sono sempre determinati in base ai pernottamenti e la relativa entità è stata rideterminata sulla base della tabella che potete consultare qui sotto.
 
Confcommercio
UNAT- Unione Albergatori, aderente a Confcommercio Imprese per l'Italia - Trentino UNIONE
Telefono: +39 0461 880111 - Fax:+39 0461 880300 - P.IVA 02097330225 - CF 96007290222
38121 Trento - c/o UCTS Via Solteri, n.78 - Italia - Scrivici